Feeds:
Articoli
Commenti

Terremoto

La nostra associazione opera per la “promozione umana nei paesi in via di sviluppo” ma non ignoriamo ciò che ci colpisce da vicino.

Il nostro sostegno e il nostro pensiero, personale e come Associazione, va a chi ha perso figli, familiari e beni a causa dei terremoti ed in particolare a chi soffre le conseguenze del sisma di ieri notte.

In queste ore si sente e si legge di tutto, io ho fiducia nelle persone semplici e di cuore che senza dire né chiedere, fanno ciò che possono.

Invito tutti gli amici di Solidarietà e Cooperazione Senza Frontiere a sostenere ed aiutare ciascuno secondo le proprie possibilità, direttamente o attraverso le istituzioni e le associazioni che già sono all’opera, secondo la propria coscienza e fiducia.

Come associazione non siamo in grado di intervenire fattivamente in questa fase di emergenza, valuteremo un possibile sostegno secondo le nostre possibilità.

Intanto chi crede dica una preghiera e chi può faccia ciò che può, altre parole sarebbero inutili.

Stefano.

14 luglio

Penso alle famiglie, alle persone, ai ragazzi e ai bambini che stavano partecipando serenamente alla celebrazione del 14 luglio … Libertà, Uguaglianza, Fraternità … esattamente le tre cose che il terrorismo ignorante, illuso e privo di speranza odia di più … ciò per cui invece occorre continuare a resistere, a ricordare, a sostenere; senza odio, senza rancore, nonostante la rabbia, forte, feroce ed istintiva … penso alla notizia passata quasi come “normale” sentita ieri che riportava di come la guerra in Siria sia costata più di 400.000 vite … penso che onestamente non so se potrei dire le stesse cose se questa follia mi avesse toccato da vicino portandomi via le persone che più amo … sono pensieri cupi, ma credo che sia proprio responsabilità e dovere di chi può farlo (per fortuna, fato, o provvidenza), mantenere la lucidità ed il distacco necessari per non cedere all’odio ed allo spirito, sterile, della vendetta cieca e proseguire lottando e sostenendo quotidianamente la pace la libertà, l’uguaglianza e la fraternità nella propria vita quotidiana …

s.c.m.

8^ cena di Solidarietà

Abbiamo esaurito i posti disponibili per la cena di Solidarietà e Cooperazione Senza Frontiere o.n.g. che si terrà stasera presso Villa Pallavicini a Borgo Panigale di Bologna.

Un grazie a tutti gli amici che hanno deciso di partecipare ! Il vostro aiuto, la vostra partecipazione e la condivisione dei nostri progetti e delle nostre “fatiche” è importante!

Questa sera durante il breve incontro che precederà la cena verranno presentati il nuovo Logo della nostra associazione creato dalla nostra amica Raquel Lilia alla quale oltre al nostro ringraziamento per il bellissimo lavoro, vanno anche tutti i nostri auguri per il suo imminente impegno come mamma !!!

Grazie Raquel e in bocca al lupo !!!

Sempre stasera presenteremo la campagna per la raccolta del 5×1000 a favore dei progetti di SCSFong con le immagini create da Sara Codarin alla quale anche va il nostro ringraziamento.

E infine ma non meno importante, assieme ad un breve resoconto con le immagini più recenti dei nostri progetti presentate dai volontari appena rientrati dalla Tanzania, cercheremo di metterci in contatto telefonico diretto con Marco Anna ed Eugenio che sono attualmente sul posto per seguire il nostro Hi project Madge “pane, acqua, salute, istruzione e lavoro”

A stasera!

s.c.m.

Under the mango tree

Ecco il video girato dalla nostra amica Anna Saccone a Tabora !

Lasciateci i vostri commenti …

Tutti al teatro !!!

Carissimi amici,
vi scrivo per invitarvi a teatro:

Sabato 27 febbraio 2016 alle ore 21:00

TEATRO CORPUS DOMINI
via Federigo Enriques 56 – Bologna

gli amici della compagnia teatrale

AQUILONI WIRELESS

presentano

TRIANGOLO SCALENO

Manifesto.jpg

Hi Project:Madge (Progetto Idroelettrico Integrato)
Il periodo di cantiere del Progetto Idroelettrico Integrato Hi Project che si è concluso il 22 dicembre scorso con notevoli risultati e passi avanti.

Il principale risultato ottenuto è la predisposizione delle fondazioni del fabbricato della centrale elettrica che potrà essere coperta entro la prossima Pasqua.

Altra importante opera completata è il ponte vicino al villaggio di Ilutila, lungo la strada bassa che conduce alla centrale elettrica.
Il ponte di Ilutila era stato già consolidato ormai quattro anni fa in legno ma l’usura e le termiti lo avevano ormai reso inutilizzabile se non per il passaggio a piedi.
Essendo un passaggio necessario per il trasporto delle attrezzature della centrale ed un passaggio indispensabile per collegare i viaggi e le scuole vicine con la strada che porta ad Iringa (accorciandone notevolmente il percorso per approvvigionamenti ed emergenza) si è deciso di ricostruirlo in ferro con l’aiuto degli abitanti dei villaggi vicini che si sono resi disponibili, con l’autorizzazione dell’autorità locale dei trasporti e per l’impegno di P. Luciano Mpoma, che hanno contribuito al lavoro di preparazione e risistemazione dei tratti di strada prima e dopo il ponte.
SCSFong ha provveduto alla realizzazione della struttura metallica realizzata con materiali già disponibili in cantiere e con l’aiuto dei nostri volontari: Marco, Giuseppe, Luciano, Stefano, assieme agli operai locali che come sempre sono impegnati per il nostro progetto.

Ecco qualche immagine della costruzione del nuovo ponte:

Under the Mango Tree (Casa di accoglienza per i bambini albini e scuola materna)

Come sapete siamo impegnati ad aiutare le Suore della Provvidenza per l’infanzia abbandonata di Piacenza che a Tabora stanno finanziando e realizzando una parte del progetto per il centro di accoglienza per bambini albini voluto dalla Diocesi di Tabora.
In particolare le Suore di Piacenza hanno la responsabilità dell’accoglienza ed educazione dei bambini in età pre scolare (attualmente i 18 bambini presenti nella casa vanno dai 3 ai 7 anni di età) e sono ora impegnate anche nel finanziamento per la realizzazione della scuola materna per la costruzione della quale ci siamo impegnati a dar loro sostegno tecnico, operativo e logistico, come già fatto per la casa di accoglienza inaugurata a luglio 2014.

Sono quindi felice di potervi comunicare che i lavori di costruzione della scuola materna, progettata per SCSFong da Gruppozero:aa,  affidati ad una impresa locale, sono finalmente iniziati.

s:c:m

Il Resto del Carlino 27 dicembre 2015

Nelle pagine dedicate alla cronaca di Bologna l’amico Luca Orsi ha dedicato uno spazio alla nostra associazione all’interno della rubrica “il personaggio”:

Luce ed energia sull’altopiano

In questo caso “il personaggio” funge da voce narrante delle attività svolta dalla nostra associazione, con l’intento di dare visibilità a ciò che con fatica e determinazione stiamo facendo con l’aiuto e l’entusiasmo di tutti gli amici che ci aiutano.

Un grazie caloroso ed un dovuto riconoscimento a tutti questi amici, quelli ci aiutano in Italia e quelli che ci aiutano in Tanzania e quelli che ci sostengono ovunque si trovino.

s.c.m.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 420 follower